CHI SIAMO FONDAZIONE DE FORNARIS


La Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris nasce a Torino nel 1982 per volere testamentario del mecenate e collezionista Ettore De Fornaris. In quell’anno ottiene il riconoscimento giuridico della Regione Piemonte. Da allora opera nel campo dell’arte con numerose iniziative: acquisisce opere dell’800 e ‘900 e contemporanee, organizza mostre delle proprie collezioni e cicli di incontri, pubblica cataloghi, studi e ricerche.

Nel panorama delle fondazioni d’arte italiane la De Fornaris è un raro esempio di ente che opera in stretto contatto con una struttura museale come la GAM - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Torino, con la specifica finalità di incrementarne le raccolte. La Fondazione possiede migliaia tra dipinti, sculture, installazioni, fotografie e raccolte di grafica (disegni, acquerelli, incisioni e progetti architettonici). In seguito a una convenzione con la Città di Torino tali opere vengono conservate ed esposte presso la GAM.

La Fondazione è retta da un Consiglio di amministrazione, cui si affianca un comitato scientifico incaricato di definire le scelte in materia di acquisizioni.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Piergiorgio Re (Presidente) 
Diego Novelli (Vicepresidente) 
Fiorenzo Alfieri
Enrico Carlo Bonanate
Carolyn Christov-Bakargiev
Giovanni Cordero
Paolo Emilio Ferreri
Enrico Filippi
Gian Paolo Zanetta

COMMISSIONE ARTISTICA

Fiorenzo Alfieri
Carolyn Christov-Bakargiev
Giovanni Cordero
Enrica Pagella
Francesco Poli

ATTIVITA' CULTURALI

Marina Paglieri

REVISORI

Luca Asvisio
Cesare Ferrero
Paolo Lubbia

SEGRETARIO

Lorenzo Ferreri

IL FONDATORE Ettore De Fornaris

Sono poche le notizie intorno a Ettore De Fornaris, uomo schivo e riservato. Nasce a Torino nel 1898 in una famiglia facoltosa: nonostante la laurea in legge, sceglie di operare soprattutto in campo artistico. E all’arte si dedica in prima persona, eseguendo dipinti, disegni e incisioni, che espone in alcune mostre. Sin dal 1954 avvia la formazione di una propria collezione che comprende, fra le altre, opere di Fontanesi, Delleani, Casorati, Morandi, Rosai, Gemito e di vari incisori italiani e stranieri.

A quell’anno risale anche la prima stesura del testamento, in cui De Fornaris afferma la volontа di disporre delle sue sostanze ispirandosi all’arte, «ideale della mia vita perseguito con il massimo fervore dell’animo»: in quell’occasione viene ipotizzata per la prima volta la nascita della fondazione, che verrа in seguito intitolata a lui e al padre Guido. De Fornaris muore a Torino nel 1978.

MISSIONE LE FINALITA'


La Fondazione si ispira alle volontà espresse da Ettore De Fornaris nel testamento: prima fra tutte, quella di tendere, attraverso l’amore e lo studio dell’arte «all’educazione artistica della collettività»


Per raggiungere questo scopo, essa deve provvedere con le rendite del suo patrimonio ad «arricchire la dotazione della Galleria d’Arte Moderna di Torino di nuove opere di alto pregio»: criteri da rispettare in modo assoluto sono «la nobiltа e il reale pregio pittorico» delle opere e la loro esposizione e conservazione permanente in questa Galleria. La Fondazione annovera tra i suoi compiti anche il promuovere studi, convegni e mostre e istituire premi.

Post a comment

All Rights Reserved