“Tutto il resto è profonda notte”, Italo Cremona in mostra alla GAM

“Appartengono alla Fondazione De Fornaris alcuni dei dipinti  più significativi esposti fino al 15 settembre alla Gam di Torino nella mostra “Italo Cremona”. “Tutto il resto è profonda notte”, a cura di Giorgina Bertolino, Daniela Ferrari ed Elena Volpato. Tra questi “Autoritratto nello studio” , del 1927,   “Metamorfosi”, “Capriccio”, “Composizione

Continua a leggere

La Fondazione per Artissima: “Cromogramma” di Renata Boero

by Fondazione De Fornaris per Torino Art Week  La Fondazione Guido ed Ettore De Fornaris ha il piacere di presentare Cromogramma di Renata Boero, una nuova acquisizione, destinata alle collezioni della GAM, con cui si desidera rendere omaggio all’opera di un’artista la cui storia personale e lavorativa è fortemente legata

Continua a leggere

“Opere De Fornaris nella mostra di Hayez alla Gam”

Tre opere della Fondazione De Fornaris sono esposte nella bella mostra “Hayez. L’officina del pittore romantico”, che si può vedere alla  Gam di Torino (fino al  1° aprile). Curata da Fernando Mazzocca ed Elena Lissoni, presenta oltre 100 tra dipinti e disegni che,  spesso messi a confronto,  conducono alla  scoperta

Continua a leggere

“La donna e l’armatura” esposta dall’11 ottobre al Museo Accorsi-Ometto

“La donna e l’armatura”, capolavoro  di Felice Casorati della  collezione De Fornaris, è esposta dall’11 ottobre al Museo Accorsi-Ometto nella mostra  “Da Casorati  a Sironi ai Nuovi Futuristi”. Un viaggio a cura di Nicoletta Colombo e Giuliana Godio nella pittura degli anni Venti a Torino e Milano, tra classico e

Continua a leggere

“Opere di Felice Casorati in prestito alla mostra di Parma”

Tre opere  della Fondazione De Fornaris – i dipinti  “Uova e limoni” e  “Natura morta con l’elmo” e la scultura “Ritratto  della  sorella  Elvira”-  sono  esposte dal 18 marzo  nella  mostra  “Felice Casorati. Il concerto della pittura”, allestita presso la Fondazione Magnani Rocca, a Mamiano di Traversetolo (fino al 2

Continua a leggere

Un’opera di Merz a 20 anni dalla scomparsa

Quest’anno ricorrono i 20 anni dalla morte di Mario Merz (Milano 1925-2003), grande protagonista con la moglie Marisa dell’Arte Povera. Noi lo ricordiamo con “Che fare?” (1968), iconica ed eloquente opera della collezione De Fornaris, richiesta in prestito dai maggiori musei e conservata alla GAM Torino.

Continua a leggere

Un nuovo progetto per il 40° della Fondazione

Lasciato alle spalle il 2022, e celebrato il 40° anno di vita, la Fondazione De Fornaris guarda al 2023 e al nuovo progetto: uno studio affidato al giovane storico dell’arte Francesco Guzzetti per individuare, tra sguardi al presente e tracce del passato, le linee guida della sua collezione, ricca di

Continua a leggere

“Senza titolo” di Giulio Paolini

Proviene dalla collezione di Giulio Einaudi, acquisita dalla Fondazione De Fornaris nel 1991, l’opera “Senza titolo” (1966) di Giulio Paolini, uno degli artisti più in sintonia  con l’editore di via Biancamano. Il lavoro, di grande perfezione formale, è realizzato con matita copiativa e tempera su tela grezza: potete ammirarlo in

Continua a leggere

“My City” di Botto & Bruno

Botto & Bruno (Gianfranco Botto e Roberta Bruno) dal 1992 legano la loro collaborazione artistica al racconto di esistenze nascoste tra le nebbie e le paludi delle periferie urbane. Nel ’98 con “Soft City” vincono  il primo premio a “Torino incontra l’Arte”. Nel 2001 sono presenti alla Biennale di Venezia

Continua a leggere

“Vertebre-Uomo” di Salvatore Astore

“Vertebre – Uomo” (1984), della collezione De Fornaris, è una tecnica mista su tela di Salvatore Astore. L’artista si ispira a parti del corpo umano che diventano forme: un procedimento che si ritrova in “Anatomia urbana”, la doppia scultura di Astore inaugurata lo scorso novembre a Torino in corso Galileo

Continua a leggere